Allenamento funzionale: primi risultati a casa dopo quanto tempo?

Allenarsi a casa e ottenere risultati concreti è possibile anche senza dover fare delle rinunce.

Capita di frequente di non riuscire a trovare il tempo per andare in palestra, rinunciando quindi a prendersi cura della propria forma fisica.

L’allentamento funzionale è tra i più indicati da fare a casa o all’aperto, perché permette di optare per il workout a corpo libero o utilizzando oggetti alternativi che possono sostituire gli attrezzi che si trovano in palestra.

Ad esempio, bottiglie d’acqua, sedie, manici di scopa possono essere un’alternativa da affiancare eventualmente ai più pratici manubri, panche e bilancieri.

Chi invece vuole seguire un allenamento funzionale a casa quanto più vicino possibile all’esperienza in palestra, può allestire un angolo di fitness acquistando alcuni piccoli attrezzi.

Ciò che è davvero fondamentale per poter fare correttamente l’allenamento funzionale da casa è il farsi seguire da un personal trainer professionista.

Ancora meglio se si tratta di un Fitness del Trainer Performativo il quale sarà in grado di far conciliare tutti i parametri principali del proprio stile di vita per migliorare le proprie prestazioni psico-fisiche.

Non è consigliato lasciarsi andare all’improvvisazione o al fai da te, gli esercizi devono essere eseguiti correttamente per evitare infortuni o traumi, da qui l’importanza di affidarsi a un professionista del fitness.

Allenamento da casa: da dove cominciare?

Si deve partire dallo strutturare correttamente l’allenamento, combinando una serie di esercizi adeguati e non solo. Molta importanza alla postura per ogni singolo movimento durante l’esercizio, è facile sbagliarla o modificarla.

Il controllo della postura è essenziale, così come anche l’esecuzione di un numero di allenamenti sufficienti da introdurre nel programma. Indicativamente sono ideali dai 2 ai 5 workout a settimana. 

Programma di allenamento funzionale a casa

Quando si realizza un programma di allenamento bisogna tenere in considerazione obiettivi, condizione di fitness ed abilità funzionali.

Affinché l’allenamento funzionale sia corretto dovrà includere esercizi che stimolino forza e resistenza, equilibrio e coordinazione, mobilità articolare, flessibilità e forza asimmetrica.

Rivolgendosi a un personal trainer sarà possibile ottenere un programma di allenamento funzionale personalizzato che tenga conto di tutti questi fattori e delle esigenze individuali.

Un uomo e una donna possono avere necessità differenti e voler lavorare su parti del corpo diverse. Facciamo un esempio molto semplice e generalizzato su quali potrebbero essere le zone su cui potrebbero voler lavorare.

Allenamento funzionale a casa uomo

  • Addominali
  • Upper Body (Parte superiore del corpo)
  • Allenamento HIIT

Allenamento funzionale a casa donna

  • Gambe e glutei
  • Addominali
  • Cardio Fitness

Numero di workout settimanali, tipologia di esercizi e serie, vanno stabiliti all’inizio del programma di allenamento.

Allenarsi da casa è quindi possibile, così come ottenere dei buoni risultati, il lavoro di fitness però deve essere seguito da un professionista.

Se desideri fare allenamento da casa, affidati ad un professionista, avrai il vantaggio di avere un programma di allenamento personalizzato, il supporto di un professionista del fitness durante gli esercizi e il monitoraggio dei risultati con eventuali modifiche migliorative.

Quando si iniziano a vedere i primi risultati?

Lavorando adeguatamente con costanza, l’allenamento funzionale a casa porta i primi risultati dopo tre mesi. Tuttavia, già dopo un mese di allenamenti si iniziano a sentire i primi benefici, i movimenti sono più sciolti, la rigidità è diminuita e ci si stanca di meno.

Dopo circa 6 mesi il corpo inizia ad essere molto più tonico, flessibile, leggero e reattivo, mentre, dopo un anno dall’inizio degli allenamenti, si raggiunge la forma migliore e il bisogno di allenarsi sarà quasi fisiologico.

Se l’allenamento funzionale ha come obiettivo il dimagrimento, dovrà essere affiancato da una dieta sana ed equilibrata mirata alla perdita di peso; se si punta allo sviluppo muscolare, dovrà essere bilanciata ma prevedere un quantitativo proteico più alto del fabbisogno giornaliero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altri articoli

La pillola magica non esiste: limitare i costi sanitari attraverso un programma di attività fisica assistita

Stiamo vivendo in un periodo storico dove, purtroppo, la terapia farmacologica sta prendendo il sopravvento su tutto. Per “tutto” intendo dire che contro ogni logica …

LEGGI ARTICOLO

Il vantaggio sleale dell’esercizio muscolare rispetto a quello aerobico

Quante volte hai sentito dire (e forse ti avranno pure consigliato personalmente) di seguire queste linee guida: diminuisci le calorie introdotte con l’alimentazione fai tanta …

LEGGI ARTICOLO

Il principio di adattamento. Senza di questo non raggiungerai mai nessun risultato

Una delle caratteristiche principali degli esseri viventi e che garantisce la sopravvivenza è la capacità di adattarsi alle diverse situazioni ambientali nelle quali ci si …

LEGGI ARTICOLO